Un modello per la gestione del dolore

0
166

È indispensabile garantire a tutti i bambini e in tutte le situazioni un’adeguata gestione del dolore. La legislazione italiana prevede un modello per la gestione assistita del dolore basato su centri specializzati di terzo livello in grado di fornire una diretta gestione clinica dei casi più complessi, garantendo contemporaneamente la continuità assistenziale con gli ospedali e i pediatri di base per la gestione quotidiana sul territorio del paziente. Uno studio ha descritto le attività del Servizio pediatrico per il dolore e le cure palliative presso il Dipartimento di Pediatria dell’Università di Padova, che ha applicato questo modello di gestione proceduralizzata del dolore.

In particolare sono stati analizzati  due differenti livelli di intervento: gli aspetti di educazione e training con gli operatori del territorio e gli interventi di sedazione e analgesia utilizzati nel corso di procedure dolorose. Nel periodo 2006-2012 il Servizio ha sviluppato un protocollo interno per le procedure di sedazione, ha istituito due corsi master e ha organizzato un programma di formazione per la gestione proceduralizzata del dolore in ambito territoriale. Complessivamente sono state effettuate, in 3.815 pazienti di età inferiore ai 6 anni, 10.832 procedure di sedazione-analgesia nel corso di 14.264 interventi/procedure. Fra queste, le più frequenti sono state la puntura lombare, l’aspirato midollare, la gastroscopia e la broncoscopia. Le combinazioni di farmaci più comunemente usate erano state la analgesia locale in combinazione con midazolam endovena, oppure midazolam + propofolo o infine midazolam + propofolo + chetamina; le metodiche non farmacologiche più utilizzate si erano basate invece sulla distrazione dei piccoli pazienti con cartoni animati o palloncini. Sono stati registrati 281 eventi avversi minori (2,5%), il più frequente dei quali è stato la desaturazione (2,1%). Gli autori concludono il lavoro sottolineando il successo di questo modello basato su due livelli integrati di intervento che appare applicabile come la migliore soluzione per la gestione del dolore.

Po' C, Agosto C, Farina MI, et al. Eur J Pediatr 2012 Mar 7.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here