Progetti di comunità a Modena per una sana alimentazione

0
260

Per diffondere una sana alimentazione e una regolare attività motoria, con lo scopo di prevenire sovrappeso e obesità fin dall’infanzia, il Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione (SIAN) dell’AUSL di Modena ha promosso, dal 2005, progetti di comunità (PC) con interessanti risultati, pubblicati di recente, dopo sette anni di sperimentazione, sul Bollettino Epidemiologico Nazionale.

I sette progetti, attivi in altrettanti territori, vedono il coinvolgimento di oltre 10.000 bambini e ragazzi e con una ricaduta diretta o indiretta su circa 100.000 persone, e mostrano un aumento progressivo del consumo di frutta e verdura da parte dei ragazzi e delle famiglie. I dati di una coorte di bambini mostrano come i bambini che mangiano almeno 2 porzioni di verdura al giorno sono passati dal 43%, nell’anno scolastico 2008-2009, al 57,7% nel 2010-11; quelli che mangiano molta frutta (almeno 2 porzioni) erano il 56,4% nel 2008-9 e sono aumentati al 66,2% nel 2010-11. Infine la propensione dell’intesa famiglia a consumare frutta e verdura dal 22,1% nel 2008-9 è passata al 33,1% nel 2010-11.

Le azioni sviluppate nei progetti coinvolgono diverse figure educative e comprendono la formazione degli insegnanti su sana alimentazione e svolgimento di attività fisica; l’attivazione di progetti educativi in classe anche con dietisti o nutrizionisti; la diffusione di materiale educativo a bambini e famiglie; l’implementazione di percorsi motori e sportivi in orario scolastico per tutti i gradi di scuola; l’attivazione del “Piedibus”; infine, la diffusione di merende salutari a scuola. Questa esperienza ha dimostrato che progetti condivisi da diverse figure della comunità e in cui i bambini sono protagonisti, sono in grado di favorire comportamenti salutari per i giovani e le famiglie.

TripodiA, MidiliS, Cirillo M, et al. Bollettino Epidemiologico Nazionale, giugno 2013.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here