Incidenti, seconda causa di morte in età pediatrica

0
306

bébé enfant ciseaux danger risque avaler dangereux accident2Seconda causa di morte in Italia fra 1 e 14 anni di età dopo i tumori. Sono gli incidenti, con il 20,3 per cento (30,9 per cento i tumori). Ogni anno, si stima che 1.160.000 bambini fra 0 e 14 anni arrivino in Pronto Soccorso per incidente (o violenza), di cui poco meno di un terzo (31 per cento, 365.000 bambini) per incidente domestico. I dati sono stati presentati al convegno nazionale “La sorveglianza ospedaliera degli incidenti in Italia e in Europa”, svoltosi il 16 e il 17 maggio al Centro Internazionale di Studi e Formazione Germana Gaslini – CISEF di Genova. I risultati sono stati rilevati dal Sistema Informativo Nazionale sugli Incidenti in Ambienti di Civile Abitazione-SINIACA, integrato nella rete dell’Injury Database europeo-IDB, supportato dal progetto pilota SINIACA-IDB del Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie del Ministero della salute condotto dall’Istituto Superiore della Sanità. Fra gli incidenti domestici, la metà è dovuta a caduta. Nei bambini più grandi vengono segnalate le ferite da taglio (come i maschi fra i 10 e i 14 anni, dove sono quasi l’11 per cento); nei più piccoli, oltre alle cadute viene segnalata l’inalazione o ingestione di corpo estraneo, le ustioni e le intossicazioni. In circa il 40 per cento dei casi i bimbi stavano giocando, in più del 7 per cento nel nutrirsi per rischi connessi alla cucina e nei piccoli con meno di 5 anni nel 5 per cento dei casi l’infortunio si è verificato durante il riposo. Inoltre, se il soggiorno/camera da letto rappresenta il luogo di maggior frequenza degli infortuni, nei maschi tra 10 e 14 anni aumenta l’importanza delle aree esterne, che quasi raggiunge soggiorno/camera da letto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here