Al nido con il latte di mamma

0
267

4c506f42-e9dc-45e0-8802-3dcd64cda4f6La Regione Liguria, tra le prime in Italia, ha attivato diverse iniziative per incoraggiare le mamme che allattano: da questa primavera in alcuni asili nido della provincia di Genova, Imperia e Savona sarà possibile consegnare i biberon con il proprio latte che verrà poi somministrato ai piccoli. Questa pratica, che agevola il prolungamento dell’allattamento al seno, è stata inaugurata all’interno del nido interaziendale dell’Ospedale Galliera, il “Coniglio blu”, che ha intrapreso l’iter di certificazione Baby Friendly Hospital Initiative o Ospedale amico dei bambini. Le procedure di raccolta, definite insieme con le Asl liguri, prevedono che gli asili nido possano ritirare a domicilio il contenitore con il latte di quelle mamme che per lavoro non possono andare di persona a recapitarlo. Le strutture più virtuose saranno segnalate con un bollino bianco in un elenco sul sito della Regione Liguria.

Il latte umano rappresenta l’opzione migliore per nutrire i neonati sani, quelli malati e i prematuri. Per questo l’Organizzazione mondiale della Sanità raccomanda di allattare al seno in maniera esclusiva i bambini almeno nei primi sei mesi di età e di continuare anche oltre l’anno, se entrambi lo desiderano. Diversi studi hanno dimostrato che più a lungo si allatta tanto più si riduce per la madre il rischio di sviluppare sia il tumore delle ovaie sia quello del seno. Oltre alle note virtù sulla salute fisica del neonato – meno infezioni gastrointestinali, respiratorie e urinarie grazie a una migliore modulazione del sistema immunitario e una successiva protezione sul rischio di diabete e alcune malattie tumorali, l’allattamento al seno è associato anche a un piccolo ma consistente vantaggio per il quoziente intellettivo (QI) che il bambino raggiungerà da adulto. Una recente ricerca pubblicata su Lancet Global Health, condotta in Brasile su 6.000 neonati di estrazione socio-economica variegata nati nel 1982, avrebbe dimostrato che l’allattamento al seno favorisce lo sviluppo di un QI più alto e, a cascata, del livello di scolarizzazione e di reddito. La coorte di bambini è stata seguita fino al compimento dei 30 anni: dodici mesi di allattamento corrispondono a 4 punti in più di QI, 0,9 anni in più di scolarizzazione e 98 euro circa in più di reddito mensile, un terzo del reddito medio in Brasile, rispetto a un allattamento di un solo mese.

Una corretta informazione e iniziative che agevolano l’allattamento materno a distanza, come quella ligure, aiutano le donne a integrare questa scelta con il proprio stile di vita e ad agire in modo consapevole.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here