Diritti dell’infanzia e dell’adolescenza: i nuovi dati del monitoraggio della Convenzione

0
111

Kinder auf BaumstammDopo vent’anni dal primo Rapporto sullo stato di attuazione della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza (CRC), “il sistema organico di politiche per l’infanzia”, sul quale l’Italia ratificando la Convenzione aveva posto il suo impegno, non appare realizzato. A sottolinearlo è l’8° Rapporto di aggiornamento sul monitoraggio della Convenzione, realizzato da 124 operatori di 90 associazioni del Gruppo CRC. Fra i dati presentati, viene riportato come 1 bambino su 7 nasca nella povertà assoluta, 1 su 200 sia vittima di maltrattamenti e 1 su 20 assista a violenza domestica; sempre 1 su 20 viva in aree inquinate e a rischio di mortalità, 1 su 50 abbia condizioni che porteranno a una disabilità significativa negli anni della scuola primaria e 1 su 500 viva in strutture di accoglienza. Ancora, nel 2013 solo il 13,5 per cento dei piccoli sotto i tre anni ha potuto andare al nido, con percentuali sotto la media nel Sud. «Ci sono bambini che fin dalla nascita soffrono di carenze che ne compromettono lo sviluppo fisico, mentale scolastico, relazionale. Tra questi eventi, indicati come fattori di rischio, figurano condizioni sfavorevoli durante la gravidanza, cure genitoriali inadeguate, violenza domestica ed esclusione sociale» afferma Arianna Saulini, di Save the Children e coordinatrice del Gruppo CRC. «Per questo chiediamo che il prossimo Piano Nazionale Infanzia dedichi speciale attenzione ai primi anni di vita del bambino, che vengano realizzate politiche adeguate per superare il divario territoriale nell’offerta educativa e di costruire un qualificato sistema integrato per l’infanzia e l’adolescenza, impegnando adeguati e stabili investimenti finanziari e introducendo un meccanismo permanente di monitoraggio della spesa». La speranza delle associazioni è che l’adozione del nuovo Piano Infanzia possa rappresentare un primo passo perché la tutela dell’infanzia sia al centro dell’agenza politica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here