Eliminazione selettiva delle IgE nelle allergie gravi

0
91

¼H óUna plasmaferesi selettiva, che ha permesso di eliminare solo le IgE dal plasma di un bambino con una forma allergica grave, cambiando la vita di un piccolo paziente di 7 anni. La notizia viene dall’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, che lo segnala come “primo caso pediatrico al mondo di plasmaferesi selettiva su paziente iperallergico”. Il bambino aveva una grave allergia multipla alimentare e asma, con un livello di IgE molto alto, e una storia già di diversi shock, tanto da dover condurre una vita controllata e limitata. Il trattamento farmacologico non era possibile per gli effetti collaterali dato il livello di IgE troppo alto, ed è stata esclusa anche la desensibiilizzazione specifica. È stato quindi sottoposto a questo trattamento del sangue di “immunoadsorbimento IgE”, che ha permesso di eliminare solo gli anticorpi collegati alle allergie. «Consente infatti di eliminare dal sangue uno specifico tipo di anticorpi, in questo caso le IgE, mantenendo tutte quelle sostanze che verrebbero invece tolte dal circolo sanguigno con la plasmaferesi generica tradizionale» spiega Stefano Ceccarelli, responsabile del Servizio di Aferesi del Bambino Gesù. «Inoltre, grazie al ridotto volume di sangue che finisce in circolazione extracorporea (80 ml), è adatto anche per i pazienti di basso peso, quindi per i bambini». Dopo questo trattamento è stato possibile iniziare la terapia farmacologica dato l’abbassamento del livello di IgE, è aumentata la soglia di tolleranza agli alimenti a rischio di shock e anche l’asma è sotto controllo. Dice Alessandro Fiocchi, responsabile di Allergologia del Bambino Gesù: «Questa procedura apre nuove strade alla cura delle allergie ed è indicata per i bambini affetti da tutte le forme più gravi della malattia allergica, anafilassi, dermatite atopica e asma grave che non possono assumere il farmaco specifico».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here