Trapianto del microbioma fecale: una nuova frontiera?

0
108

 

Petri dish with bacteria in a hand of scientistIl trapianto di microbioma fecale (TMF) è una pratica, che risale ai primordi della medicina cinese (IV a.C.), ma solo di recente sta diventando una pratica standardizzata nell’adulto sulla base di un’accurata selezione dei donatori, dei processi di preparazione del materiale da utilizzare e delle tecniche di somministrazione (Cohen NA et al. IMAJ 2015; 17: 510- 514). Gli autori di un recente studio riportano una serie di 10 bambini (età 5,4 anni) con infezione da Clostridium difficile ricorrente e resistente alle terapie convenzionali in corso di immunosoppressione. Tali bambini sono stati sottoposti a TMF con sondino nasogatrico. Dopo un follow-up medio di 44 giorni dal TMF, il 90% dei soggetti ha risolto l’infezione, mentre 1/10 ha avuto una ricaduta dopo un ulteriore ciclo di antibiotici. Gli autori concludono che il TMF da donatore sano rappresenta un metodo efficace e privo di effetti collaterali per le infezioni gravi da Clostridium. Se confermati su più ampie casistiche con follow-up più prolungati, questi risultati possono rappresentare in presupposto per ulteriori applicazioni in gastroenterologia pediatrica da sviluppare nei prossimi anni.

Kronman MP, et al. J Pediatr Gastrenterol Nutr 2015; 60: 23-26.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here