Melanoma: presentazione clinica, trattamento e evoluzione

0
14

 

examines birthmark with dermatoscope

Il melanoma è una neoplasia maligna della pelle che può svilupparsi ‘‘ex novo’’ oppure su lesioni melanocitiche benigne pre-esistenti. L’età di massima incidenza va da 35 ai 65 anni, mentre è raro in nei minori (1-3% dei tumori pediatrici) soprattutto prima dello sviluppo puberale (0,2-0,3%), per cui hanno pochi dati su questo tumore in età pediatrica.

Uno studio multicentrico ha analizzato retrospettivamente tutti i casi pediatrici di melanoma trattati in Francia negli anni 2000-2011 (n = 52 casi; età mediana 15 anni, range 8-18). In poco meno del 50% la lesione è risultata amelanotica. Lo spessore valutato con l’indice di Breslow è risultato maggiore a 4 mm in più di un terzo dei bambini. Il 23% (12/52) dei pazienti aveva meno di 10 anni al momento della diagnosi. L’istotipo spizoide è risultato quello più frequente nei prepuberi. Una ricaduta è stata documentata in 17 pazienti, tra questi sono avvenuti 10 decessi. In 4, era stata inizialmente effettuata diagnosi di lesione benigna. La sopravvivenza a 5 anni senza malattia è la sopravvivenza totale sono risultate rispettivamente del 62,7% e del 75,5%.

Gli autori concludono che la diagnosi di melanoma nei minori può essere difficile, ma non deve essere trascurata, anche perché un sospetto diagnostico tardivo può ritardare il trattamento e influire negativamente sulle possibilità di sopravvivenza. Inoltre, le caratteristiche del melanoma sembrano essere differenti nei bambini prepuberi. Gli autori sottolineano inoltre la necessità di un accurato esame istologico di tutte le lesioni cutanee con sospetti caratteri di malignità.

Réguerre Y, Vittaz M, Orbach D, et al. Pediatr Blood Cancer 2016 Jun 27.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here