Fumo e allattamento al seno

0
111

4c506f42-e9dc-45e0-8802-3dcd64cda4f6

Il fumo di tabacco è sconsigliato durante l’allattamento, ma le conseguenze di tale abitudine sullo sviluppo somatico del lattante sono poco conosciute. In uno studio retrospettivo è stato valutato l’effetto dei metaboliti del tabacco presenti nel latte materno in neonati con peso adeguato all’età gestazionale (AGA, n = 23.571) o piccoli per l’età gestazionale (SGA, n = 2.552). Le mamme sono state suddivise in non fumatrici, modeste fumatrici (1-19 sigarette/die) e forti fumatrici (>20 sigarette/die).

Gli allattati al seno sono stati poi comparati con quelli allattati con formula. Rispetto allo stato di fumatrice, è stato rilevato un incremento del peso in maniera dose dipendente. Tale effetto è risultato più pronunciato nei bambini SGA con madri forti fumatrici, mentre un incremento di peso rispetto agli allattati con formula non è stato rilevato nei bambini nati AGA. Dato l’aumentato rischio di obesità e complicanze metaboliche nei nati SGA, i risultati dello studio rappresentano un ulteriore documentato motivo per sconsigliare il fumo di sigaretta durante l’allattamento al seno in particolare in quest’ultima categoria di bambini.

Shenassa ED, et al. J Hum Lact 2016; 32: 462-471.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here