Corticosteroidi prenatali: effetti sulla sopravvivenza

0
99

 

Norberg H et al. BJOG 2017; 124: 1567-1574

La somministrazione di corticosteroidi (CS) alla madre viene utilizzata per migliorare l’outcome di nati estremamente pretermine. In questo studio multicentrico comprendente tutte le unità di terapia intensiva neonatale svedesi è stato valutato il tasso di sopravvivenza precoce (0-27 giorni) e nel primo anno di vita in nati tra le 22 e le 26 sett. di gestazione (n = 707 di cui l’84% trattato con CS prenatali) in rapporto all’intervallo tra somministrazione di CS e parto. Il tasso di sopravvivenza neonatale e totale nei neonati esposti ai CS tra 24 ore – 7 giorni prima del parto è risultato migliore rispetto ai neonati non esposti o con le madri trattate in un periodo inferiore alle 24 ore o maggiore di 7 giorni dal parto, indicando che l’ottimizzazione della terapia ha importanti riflessi in termini di sopravvivenza. Inoltre, i neonati esposti ai CS hanno presentato una maggiore sopravvivenza senza grave morbidità neonatale rispetto a quelli non trattati (rispettivamente 14% vs 30-39%), dimostrando che la somministrazione di CS è in grado di determinare anche una migliore di importanti patologie neonatali. Gli effetti a lungo termine sul neuro-sviluppo e sul sistema di risposta allo stess di questo tipo di trattamento necessitano però di approfondimenti.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here