Ipertensione alle elementari

0
1941

4.1.1

Quattro bambini su 10 ipertesi già alle elementari. La segnalazione viene da cardiologi e pediatri, dal XXXIII Congresso nazionale della Società italiana dell’ipertensione arteriosa (SIIA). Nell’ambito dei dati riferiti alla popolazione (17 milioni di italiani ipertesi, uno su tre, e solo uno su due sa di esserlo), al Congresso è stata data attenzione anche all’ipertensione in fascia pediatrica, indicata come condizione frequente nell’infanzia e nell’adolescenza, sottostimata per la poca abitudine di misurare la pressione ai bambini e ai ragazzi. «Tutti sono a rischio, a qualunque età» afferma Gianfranco Parati, presidente della SIIA e direttore dell’Unità Complessa di Cardiologia e Dipartimento di Scienze mediche e riabilitative presso l’Istituto Auxologico Italiano, che raccomanda: «La prima cosa è la prevenzione. Quindi misurare regolarmente la propria pressione arteriosa, a cominciare dall’età scolare e correggere il proprio stile di vita: combattere il sovrappeso, introdurre meno sale con gli alimenti. Evitare i grassi favorendo, invece, una dieta ricca di frutta e verdura e fare attività aerobica regolarmente, almeno 30 minuti al giorno. Se e quando è necessario, è bene iniziare la terapia farmacologica consultando il proprio medico. E proseguirla con costanza. La terapia va iniziata precocemente, prima che si sviluppino danni agli organi bersaglio dell’ipertensione, prima cioè che il rischio di eventi cardiovascolari diventi un reale pericolo».