Il pediatra: figura importante nell’alimentazione di bambini e adolescenti

2074

Sempre più spesso bambini e adolescenti sono in sovrappeso, complici un’alimentazione squilibrata e le tante ore passate dentro le quattro mura, che siano scolastiche o domestiche. La figura del pediatra diventa quindi sempre più importante per consigliare al meglio le famiglie di quei minori che necessitano di scoprire i vantaggi di una sana alimentazione. Per supportare i pediatri in questo loro nuovo ruolo di consulenti nutrizionali, è stato avviato un nuovo progetto formativo e itinerante: “Costruiamo il futuro”. Partito l’8 marzo da Bari, il progetto prevede altre 5 tappe: le prossime saranno a Firenze (24 marzo), a Roma (13 maggio), a Napoli (1 luglio), a Catania (9 settembre) e a Bologna (11 novembre). Dichiara il dottor Ruggiero Piazzolla, pediatra di famiglia di Barletta e referente Nazionale Area Nutrizione della Fimp – Federazione Italiana Medici Pediatri «la figura del pediatra è di importanza strategica, perché è in grado di orientare le scelte alimentari del neonato e del bambino e quindi di incidere sull’educazione alimentare di tutta la famiglia. Per questo i pediatri possono giocare un ruolo cruciale nella prevenzione dell’obesità infantile, patologia che secondo i dati più recenti interessa solo in Puglia 100.000 bambini. Per far fronte a questa vera emergenza sanitaria occorre ripensare all’educazione alimentare nel suo complesso, ma è assodato, solo per proporre qualche esempio concreto, che un eccesso di Baproteine rispetto ai quantitativi consigliati, il consumo di bevande zuccherate e la scarsa presenza di frutta e verdura nella dieta sono sicuramente i principali accusati». Il percorso di formazione prevede di perfezionare le conoscenze della categoria sull’eccesso ponderale infantile e sulle sue conseguenze sulla salute del bambino e del futuro adulto, ma si parla anche di sicurezza alimentare e dell’attenzione da porre a certi cibi freschi, soprattutto nei primi 1000 giorni di vita. Il progetto prevede inoltre un passaggio di competenze e strategie per aiutare a migliorare l’alimentazione dei bambini e delle loro famiglie. Affianca “Costruiamo il futuro” anche la realizzazione di uno studio osservazionale patrocinato dal Ministero della Salute.

 di S.Somaré