Appuntamento a Firenze per il Convegno Pediatrico I Pinguini: 11-12 novembre

857

Un mese esatto all’apertura dei lavori del 27° Convegno Pediatrico I Pinguini, “Torniamo vicini…in tutti i sensi”, di nuovo in presenza, a due anni dalla pandemia. Appuntamento a Firenze (Palazzo dei Congressi, 11-12 novembre) per un viaggio didattico ed emozionale tra i cinque sensi e alcune delle patologie più ricorrenti che interessano udito, gusto, tatto, vista, olfatto. Innovativo nei contenuti e nel format, le due giornate congressuali alternano sessioni educazionali a momenti interattivi con musiche, letture, video, pezzi teatrali, altre attività coinvolgenti per lo spettatore e i suoi cinque sensi. Un convegno che promette di essere fuori dagli schemi e di lasciare traccia nella memoria dei partecipanti, come anticipa la dottoressa Monica Pierattelli che lo organizza con il Dottor Paolo Becherucci.

La prima giornata

Udito e gusto: sono i sensi da cui parte la due giorni formativa che esplora alcune affezioni più tipiche o ricorrenti in età pediatrica, approcciate da un punto di vista didattico: inquadramento della problematica, soluzione terapeutica affiancate da attività interattive e consigli pratici da trasferire alla famiglia.

  • Udito: si affronterà il tema più specialistico della timpanometria e audiometria; partendo dalla lettura di un referto, condiviso tramite un video, il pediatra verrà accompagnato a una migliore comprensione della problematica in atto e/o del deficit uditivo, e saranno forniti gli approccio terapeutici più innovativi. Dall’altro, sarà presentata anche la problematica più comune del cerume, fonte di preoccupazione per il genitore, e motivo frequente di visite ambulatoriali. Ancora: l’asma illustrata con l’ausilio di una guida pratica (consegnata ai partecipanti) e che potrà essere uno strumento educazionale e pratico anche per il genitore. Infine, chiudono la sessione, i disturbi dell’umore, latenti nei bambini e adolescenti già nel pre-pandemia, in sensibile crescita dopo covid. Un invito a “dare ascolto” a questi disagi e a non sottostimarli per evitare la più seria evoluzione; anche in questo caso verranno suggeriti le possibili percorsi di cura, compreso quelli di medicina integrata Infine la valutazione e il trattamento del dolore moderato-severo meritevole della conoscenza e di una tempestiva presa in carico da parte del pediatra in collaborazione con i centri di secondo livello per evitare che possa lasciare tracce indelebili nella memoria dei bimbi con ripercussioni nelle successive fasi della vita.
  • Gusto: la trattazione del tema si apre con un colloquio immaginario fra un consumatore e il frigorifero finalizzato a educare alla corretta collocazione dei cibi al suo interno, secondo le Linee Guida del Ministero della Salute. Segue una lezione sulla neofobia, spesso indotto da cause educazionali e antropologiche, e motivo ricorrente di frequentazione dell’ambulatorio pediatrico da parte del genitore che non sa ‘che pesci prendere’ per alimentare il bambino ed alcuni trucchetti per la presentazione di piatti divertenti e allettanti presentati in uno show cooking registrato e commentato in presenza da una Master Chef. La sessione prosegue con le ultime novità scientifiche in tema di microbiota, con un  viaggio nella storia della formulazione dei latti, sempre più simili alla funzione di quello materno per garantire un corretto apporto nutrizionale e protettivo, e il regime alimentare più adeguato nei giovani che praticano sport.

Seconda giornata

I lavori si riaprono con un docufilm, in ricordo di Giorgio Bartolozzi, ideatore de I Pinguini insieme a Paolo Becherucci e Monica Pierattelli, per affrontare poi aspetti e problematiche relative a tatto, vista e olfatto.

  • Tatto: una relazione specialistica seguita da una scenetta recitata da clown, affronterà il tema della (s)corretta applicazione sulla cute di creme di diversa natura (solari, cortisoniche, idratanti, emollienti), dei claim autorevoli o falsi presenti sulle confezioni per concludersi con dei Take Home Message sulle modalità di applicazione nelle creme a seconda delle finalità.
  • Vista: si richiama l’attenzione sulla corretta lettura e comprensione di un referto oculistico, propedeutico a un viaggio alla scoperta dell’occhio e dell’uso di lenti. Quale ponte alla giornata precedente, ecco discutere di ipertensione e una relazione di COVID con un esperto israeliano per approdare ai nuovi calendari vaccinali: quali, quando, per chi? Sono alcuni temi focus affrontati. La sessione si conclude con l’approccio a invalidità, disabilità e diritti delle famiglie, in termini legali: argomento che tocca da vicino anche il pediatra che deve disporre di chiari punti fermi, verso cui indirizzare il genitore alla richiesta in caso di necessità. Infine ritorna un argomento ever-green: la melatonina, non solo ormone del sonno, ma anche ormone che impatta su diversi fasi della vita, a partire dalla gravidanza, modificando la percezione e l’accettazione della donna riguardo la vita che porta in grembo. Non poteva mancare qualche considerazione sul sonno degli animali.
  • Ci saranno occasioni per richiamare l’impatto di Covid sull’olfatto e di affrontare il problema dell’alitosi sia dal punto di vista del pediatra che del dentista, le causa e i rimedi. La giornata e i lavori congressuali si concludono affrontando la questione delle sigarette elettroniche, nate come motivo di disassuefazione al fumo negli adulti, che stanno diventando occasione iniziatica nei giovani. Infine il punto su nuovi dati di letteratura sui piccoli traumi cranici a seguito di incidenti sportivi e i giusti comportamenti e approcci terapeutici cui attenersi per la corretta presa in carico e gestione del problema, in relazione alla severità dell’evento.

Il valore aggiunto

Il Convegno si distingue con solo per il formato innovativo e interattivo, ma anche per una sua peculiarità: la trasformazione, negli anni, da occasione formativa in una vera e propria Community: «Il Convegno – conclude il dottor Paolo Becherucci – offre da sempre l’opportunità ai pediatri di mantenersi aggiornati su argomenti di interesse generale e specialistico dell’età evolutiva, e più di recente di essere una interessante vetrina per sviluppare e presentare iniziative mirate. Tra le varie attività, ad esempio, abbiamo condotto delle survery su argomenti specifici di attenzione per il mondo della pediatria che sono stati occasione di successivi approfondimenti e di confronto fra le varie expertise». Con il gradimento di tutta la “community” pediatrica.