Ridurre il rischio di malattia celiaca

0
75

cute little baby boy eatingTutti i pediatri sanno che il rischio di sviluppare una malattia celiaca (MC) è influenzato dall’età di introduzione del glutine nella dieta, ma la finestra temporale ottimale per tale introduzione rimane non ben definita. Un recente studio prospettico ha valutato il rischio di MC in rapporto all’introduzione del glutine in un’ampia popolazione di bambini (oltre 80.000). In estrema sintesi, il campione è stato suddiviso in 3 sottogruppi: introduzione del glutine a un’età < 4 mesi (8%), tra 5 e 6 mesi (43,5%) e > 6 mesi (46,6%). Dopo aver tenuto conto di alcune variabili (es. allattamento al seno, familiarità per MC, sesso) la maggior percentuale di rischio è stata rilevata nel terzo gruppo di lattanti [OR 1,27 (95% CI 1,01-1,65)]. Inoltre, anche l’allattamento al seno dopo il 12° mese aumentava il rischio di MC [OR 1,49 (95% CI 1,01-2,21)]. Il lavoro sembra confermare alcune opinioni (Symon e Bamman, 2012) che tenderebbero a individuare una finestra fisiologicamente più adeguata per l’introduzione dei cibi solidi nella dieta del lattante, compreso il glutine, da collocare intorno al 5-6° mese di vita, in grado di ridurre il rischio sia di MC che di allergie alimentari.

Størdal K, et al. Pediatrics. 2013; 132: e1202-9.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here