“Minuti che cambiano la vita”, la campagna promossa dal gruppo farmaceutico Neuraxpharm per favorire la comprensione della patologia

In occasione della Giornata Internazionale dell’Epilessia, che è stata l’8 febbraio, il gruppo farmaceutico Neuraxpharm ha lanciato l’iniziativa digitale dal nome “Minuti che cambiano la vita”. Si tratta di una campagna che si propone l’obiettivo di sensibilizzare sul tema per aiutare a cancellare lo stigma che può restare associato a una diagnosi di epilessia e dare visibilità alle persone che vivono questa condizione patologica, in particolare in età pediatrica.

“Nell’ultimo anno la comunità scientifica mondiale è stata costretta a incentrare tutti i propri sforzi nella lotta al COVID-19. Nondimeno, la ricerca in ambito epilettologico ha subìto una battuta d’arresto e l’accesso ai fondi risulta ancora più problematico”, ha affermato Oriano Mecarelli, Presidente LICE, Dipartimento di Neuroscienze Umane La Sapienza (Roma). “Nonostante questi ostacoli, sono stati fatti importanti passi avanti nella cura di due gravi forme di epilessia: la sindrome di Lennox Gastaut e la sindrome di Dravet, ma la strada è ancora tutta in salita e dobbiamo compiere grandi sforzi affinché tutte le epilessie trovino una possibilità di cura”.

L’invito con la campagna è capire meglio l’epilessia, superare i falsi miti e combattere le discriminazioni a essa collegate. Nel sito web dedicato Neuraxpharm propone informazioni sull’epilessia, su miti e realtà, consigli su come agire se ci si trova di fronte a una persona con una crisi epilettica. I contenuti del sito saranno anche condivisi sui social dell’azienda e disponibili dall’8 febbraio fino al 26 marzo con l’hashtag #LifechangingMinutes. Sempre nell’ambito della stessa iniziativa verranno portati avanti incontri di formazioni per i dipendenti nelle filiali dell’azienda.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.