La app BeBa, realizzata dall’AUSL di Reggio Emilia, dall’Università di Bologna e da Lepida, promuove stili di vita sani e prevenzione dell’obesità

Presentata una app (BeBa, Benessere Bambini) che si propone, coinvolgendo le famiglie, di promuovere stili di vita sani nei bambini e prevenire l’obesità.

Realizzata dall’AUSL di Reggio Emilia, dall’Università di Bologna e da Lepida, BeBa è un prodotto del progetto CoSIE, Cocreation of Service Innovation in Europe, finanziato dalla Commissione Europea. Questo progetto ha permesso di esplorare nuove strade per contrastare l’obesità infantile e promuovere stili di vita sani attraverso le possibilità offerte da una app, strumento indicato come efficace per gli adulti, ma con ancora mancanza di conferme se rivolto ai genitori per avere un impatto sui bambini.

Per realizzare questo strumento sono stati organizzati focus group, interviste con famiglie e pediatri, laboratori pubblici con le famiglie, community reporting; inoltre, istituzioni, associazioni, esperti, organizzazioni del privato e del terzo settore hanno formato la Consulta di CoSIE, dove la app è stata pianificata, disegnata, definita nei suoi contenuti e prodotta. I lavori all’interno della Consulta hanno anche portato a riflessioni più allargate rispetto alla app sulle conseguenze di decisioni e politiche sugli stili di vita e sulla salute dei bambini e delle famiglie.

L’app si rivolge ai genitori quali utilizzatori, con guide inviate in modo mirato in base all’età dei bambini, news, consigli per promuovere la lettura e l’ascolto della musica (in collaborazione con Nati per leggere e Nati per la musica), l’attività fisica, l’alimentazione sana. Vi sono, inoltre, una mappa relativa alle possibilità di movimento (realizzata in collaborazione con i comuni e le società sportive della provincia di Reggio Emilia), un ricettario e indicazioni pratiche in caso di incidenti o sintomi del bambino.

In programma l’avvio a breve di un trial randomizzato che comprenderà 400 famiglie, con l’obiettivo di valutare l’impatto dell’app sull’attività fisica e la dieta dei bambini rispetto a quello ottenibile con una newsletter inviata per mail o SMS. Invece sarà avviata in autunno, dopo la fine dell’arruolamento del trial, la disseminazione dell’app a tutta la popolazione, con una campagna di comunicazione e la proposta attiva a tutti i genitori attraverso il canale dei pediatri di libera scelta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.