Disostruzione e rianimazione cardiopolmonare nel bambino

0
83

baby mit PuppeUn manuale per sapere come comportarsi in situazione che possono portare a morte accidentale nei bambini fra 0 e 4 anni. Lo ha presentato la Società italiana di pediatria preventiva e sociale (SIPPS), che riporta come in media muoia un bambino ogni settimana per inalazione di cibo o di corpi estranei, che possono essere monete, caramelle, bottoni, componenti di giocattoli, pile al litio. Nella fascia di età fra 0 e 4 anni questo tipo di incidenti copre quasi un terzo delle cause di morte, mentre scende all’11% fra 5 e 9 anni e al 5% fra 10 e 14. «Il manuale segue le linee guida ILCOR 2015 sulla rianimazione cardiopolmonare nel lattante, bambino e adulto, sulle manovre di disostruzione per lattante, bambino e adulto e sull’utilizzo del defibrillatore semiautomatico esterno per laici» spiega Francesco Pastore, formatore nazionale PBLSD (Pediatric Basic Life Support Defibrillation) e istruttore AHA (American Heart Association), che lo ha curato con la collaborazione di Marco Squicciarini, esperto del Ministero della Salute per le manovre di rianimazione in età pediatrica e istruttore AHA, del Gruppo di lavoro per il sostegno alla genitorialità SIPPS e di altri medici, pediatri e laici. Prosegue Pastore: «Approvato all’unanimità dal direttivo della SIPPS, l’obiettivo è quello di diffondere in modo capillare, attraverso i pediatri, le semplici manovre salvavita: è infatti ormai risaputo quanto il soccorritore occasionale sia decisivo nei primi momenti per salvare una vita». Il manuale sarà utilizzato per corsi certificativi BLSD/PBLSD in tutta Italia e fa parte di “Bambini da amare, bambini da balvare”, una delle nove declinazioni del progetto di salute globale per le famiglie “Regaliamo futuro”. Sono previsti, spiega Piercarlo Salari, responsabile del Gruppo di lavoro per il sostegno alla genitorialità SIPPS “video, poster e materiali informativi sia sulla rianimazione cardiopolmonare (BLSD) sia sul primo soccorso pediatrico e sulla prevenzione degli incidenti, prima causa di morte e invalidità in età evolutiva”, e anche un corso informativo di primo soccorso pediatrico, gestito dalla rete dei pediatri della SIPPS.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here