Latte materno e inquinamento: quali pericoli?

0
2874

Che cosa sono le diossine

Con il termine “diossine” si indica una famiglia di 210 composti organici aromatici policlorurati, divisi in due gruppi: dibenzo-p-diossine (PCDD o “diossine”) e dibenzo-p-furani (PCDF o “furani”). Esistono in totale 75 congeneri di diossine e 135 di furani: di questi però solo 7 PCDD e 10 PCDF destano particolare preoccupazione dal punto di vista tossicologico. Diossine e furani sono particolarmente stabili e persistenti nell’ambiente, tossici per l’uomo, gli animali e l’ambiente stesso. Tre le diossine il congenere 2,3,7,8- TCDD è considerato il più tossico. I policlorobifenili (PCBs) sono una serie di composti aromatici biciclici variamente clorurati. Tra 209 congeneri di PCBs solamente 12 i cosiddetti coplanari, presentano caratteristiche chimico-fi siche e tossicologiche simile alle diossine e ai furani e vengono quindi defi niti policlorobifenili diossino simili (DL-PCBs). I DL- PCBs agiscono, a livello cellulare, in maniera simile alle diossine, cosa che non si verifi ca per il resto dei congeneri detti non diossino-simili (non planari). Nel testo si utilizzano quindi le abbreviazioni PCDD/ Fs e DL-PCBs.