Glicerolo, l’emolliente efficace e sicuro nella cura della tosse secca

0
1618

Pierre FabreL’OMS e le maggiori organizzazioni internazionali evidenziano come l’obiettivo terapeutico, nel caso della tosse secca, dovrebbe essere quello di alleviarla con rimedi sicuri, emollienti, così da favorirne il normale decorso.
Il glicerolo è un emolliente particolarmente indicato nel caso di tosse secca sia per la sua azione reidratante della gola, sia per la sua capacità protettiva nei confronti dei recettori periferici che innescano il riflesso della tosse, un fenomeno ricorrente nel bambino, specialmente durante il periodo invernale.

Un problema comune in età pediatrica
Le statistiche evidenziano come un bambino in buona salute sperimenti fino a una decina di episodi l’anno d’infezioni otorinolaringoiatriche o respiratorie associate a tosse. Quest’ultima di norma scompare spontaneamente entro 10-14 giorni, ma in alcuni casi può regredire più lentamente in 3-4 settimane o cronicizzarsi1.

La tosse acuta, soprattutto notturna, è uno dei motivi più frequenti di consulto medico nei bambini: è la terza causa di visita dal medico di medicina generale (18-20% dei consulti prima dei 4 anni) e la prima in pneumologia pediatrica (circa l’80% dei consulti). Anche la tosse cronica è un problema costoso, sia dal punto di vista personale per i frequenti consulti, sia sociale perché causa di assenteismo scolastico, perdita di ore lavorative per i genitori, costo delle cure2.

Peggiora la qualità di vita
Acuta o cronica, la tosse ha un forte impatto sulla qualità di vita del bambino e dei genitori. Lo conferma uno studio europeo effettuato su 1.740 bambini di età compresa tra 6 mesi e 6 anni, con infezione comune delle vie aeree superiori associata a tosse secca o mista per più di 3 giorni e che hanno richiesto un consulto medico. La tosse, al giorno 0, ha avuto un impatto sul sonno nell’85% dei bambini e oltre l’80% dei genitori con un’evoluzione favorevole alla fine della prima settimana. Sono state, inoltre, compromesse le attività scolastiche e sportive dei bambini, che sono riprese nell’85% dei casi dopo il settimo giorno, e l’attività lavorativa dei genitori, che hanno dovuto assentarsi dal lavoro nel 22% dei casi prima del giorno 0 e nel 28% dei casi nella prima settimana3.

Pierre Fabre

 

Meccanismo fisiologico protettivo
La tosse non è, tuttavia, una malattia, bensì un importante meccanismo di difesa messo in atto dalle vie aeree superiori qualora la clearance mucociliare sia deficitaria o vi sia un aumento di produzione del muco, oppure per eliminare rapidamente particelle che irritano od ostruiscono le vie respiratorie.
In altre parole, la tosse è un meccanismo fisiologico protettivo che permette la rimozione dalle vie aeree di muco, sostanze nocive, microorganismi e corpi estranei accidentalmente inalati, causato in un’alta percentuale di bambini al di sotto dei sei anni da comuni infezioni a carico delle vie aeree superiori di origine virale, come il raffreddore, e/o batterica4. La compromissione o l’assenza di questo meccanismo è una condizione potenzialmente pericolosa che può portare all’ostruzione delle vie aeree.

Tosse grassa e tosse secca
Due sono le tipologie di tosse: grassa e secca. Accompagnata da catarro solitamente denso e vischioso, prodotto in grande quantità dalle vie aeree per inglobare patogeni o eventuali corpi estranei ed eliminarli, la tosse grassa o produttiva permette il movimento verso l’alto delle secrezioni derivanti dalla congestione delle basse vie respiratorie. La tosse secca, invece, si caratterizza per l’assenza di espettorato ed è indicativa d’irritazione delle vie respiratorie, soprattutto collegata a infezioni virali o infiammazioni secondarie ad agenti irritanti. Si tratta di una manifestazione fastidiosa accompagnata spesso da bruciore e dolore alla gola e alle parti più alte dei bronchi che, aumentando di solito in posizione orizzontale, disturba il sonno.

Come curarla
Le maggiori organizzazioni internazionali, le stesse linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità5, sottolineano l’importanza di non eliminare il riflesso della tosse produttiva nei bambini e nello stesso tempo evidenziano come l’obiettivo terapeutico, nel caso della tosse secca, dovrebbe essere quello di alleviarla con rimedi sicuri, emollienti, così da favorirne il normale decorso. Mantenere una buona umidità relativa degli ambienti domestici, non superando i 19-20°C della stanza, non esporre il bambino al fumo di sigaretta e garantirgli un adeguato apporto di liquidi, rappresentano indicazioni altrettanto importanti della terapia.

Un sollievo per la gola irritata e la tosse
Gli emollienti possono alleviare la gola irritata ed essere impiegati per procurare sollievo dalla tosse nei bambini. Somministrati in forma liquida, essi rivestono la mucosa delle prime vie aeree alleviandone l’irritazione, senza effetti sistemici, ma attraverso un’azione meccanica di ammorbidimento e di protezione. Tra questi il miele, che è citato nel documento dell’OMS sul trattamento delle infezioni del tratto respiratorio superiore nei bambini6. L’Agenzia del Farmaco mette però in guardia sul suo utilizzo nel bambino con meno di un anno di età, sottolineando il rischio di botulismo infantile e di sindrome mediata da graianotossina, caratterizzata da salivazione, emesi, parestesia delle estremità e circumorale, ipotensione, bradicardia e, occasionalmente, disturbi del ritmo cardiaco7.

Glicerolo, l’emolliente sicuro
Un emolliente considerato sicuro ed efficace da utilizzare per il sollievo dalla tosse nei bambini è, invece, il glicerolo8, sostanza che forma un “film” protettivo sulla mucosa faringea. Inoltre il glicerolo, come tutte le sostanze dolci utilizzate nelle preparazioni liquide dedicate al trattamento della tosse, ha un ruolo non trascurabile nell’effetto curativo, perché induce naturalmente la produzione riflessa di saliva e può anche stimolare la secrezione di muco da parte delle prime vie aeree; ciò porta a un effetto emolliente sulla faringe, riducendo così la tosse, in particolare quella secca e improduttiva9. Inoltre può indurre il rilascio di oppioidi endogeni, sostanze ben note per le loro proprietà analgesiche10.
Petit Drill è uno sciroppo a base di glicerolo, senza zucchero, senza coloranti e senza parabeni, aromatizzato alla fragola, appositamente progettato per essere somministrato nei neonati a partire dai 6 mesi di età e nei bambini fino ai 6 anni di età.
Petit Drill, grazie alla sua composizione idrata la gola e costituisce una pellicola protettiva che ricopre i recettori periferici responsabili del riflesso della tosse, proteggendoli così dagli stimoli e permettendo di calmare l’irritazione associata alla tosse secca, inclusa quella causata da certe aggressioni esterne (come la presenza di fumo di sigaretta, inquinamento, polvere, aria secca ecc.).

BIBLIOGRAFIA

  1. Terzano C. 2006, Malattie dell’apparato respiratorio. Ebook.
  2. Pierre Fabre Health Care 2016. Simposio. Les entretiens de Bichat. La toux aiguë de l’enfant: pourquoi? comment? que faire? 6 octobre 2016.
  3. Pierre Fabre Health Care 2016. Simposio. Les entretiens de Bichat. La toux aiguë de l’enfant: pourquoi? comment? que faire? 6 octobre 2016.
  4. Chung KF, Pavord ID 2008. Prevalence, pathogenesis, and causes of chronic cough. Lancet. Apr 19 2008;371(9621):1364-74.
  5. WHO 2001. Cough and cold remedies for the treatment of acute respiratory infections in young children. Departement of child and adolescent health and development.
  6. WHO 2001. Cough and cold remedies for the treatment of acute respiratory infections in young children. Departement of child and adolescent health and development.
  7. AIFA 2008b. Bollettino d’informazione sui farmaci. Miele: un efficace rimedio per la tosse, ma attenzione nei bambini. XV N.2 2008.
  8. WHO 2001. Cough and cold remedies for the treatment of acute respiratory infections in young children. Departement of child and adolescent health and development.
  9. Paul et al. 2007. Effect of honey, dextromethorphan, and no treatment on nocturnal cough and sleep quality for coughing children and their parents. Arch Pediatr Adolesc Med 2007; 161: 1140-6.
  10. Eccles R. 2006. Mechanisms of the placebo effect of sweet cough syrups. Respir Physiol Neurobiol 2006;152 (3) 340- 348.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here